Working Holiday Visa: viaggiare e lavorare all'estero - ItaloBackpackers
working holiday visa viaggiare lavorare estero
AUSTRALIA GUIDE E CONSIGLI

Working Holiday Visa: viaggiare e lavorare all’estero

on
22 Febbraio 2021

Hai mai pensato che sarebbe stato davvero bello partire per una nuova città, prendere un anno sabbatico e fare un’esperienza di vita in un’altra città? Tutto suona davvero fantastico e finchè siamo in Europa non dobbiamo preoccuparci troppo di passare i confini nazionali e dover chiedere dei visti. Tutto un altro discorso, però, se decidiamo di partire per una destinazione fuori dal continente europeo, dove avremo bisogno di permessi di soggiorno per poter viaggiare a lungo termine all’interno del Paese. Ecco che per questo motivo ci viene in aiuto il Working Holiday Visa, un visto che ci permette di viaggiare e lavorare per un anno in diverse parti del mondo. Ma scopriamone di più all’interno del seguente articolo.

Che cos’è il Working Holiday Visa?

Il Working Holiday Visa è un visto speciale che permette di poter soggiornare in un Paese per periodi prolungati (solitamente fino alla durata di 1 anno), avendo l’opportunità di viaggiare e scoprire una nuova nazione ma anche di lavorare all’interno del territorio. In questo modo, anche se non avete a disposizione un budget elevato, potrete finanziare il vostro viaggio una volta arrivati a destinazione oppure a periodi intervallati, proprio mentre vi spostate tra un posto e l’altro. Questo visto ha comunque delle limitazioni, quindi dovrete stare attenti a seguire le linee guida del governo ospitante per capire cosa potete e non potete fare. In Australia, ad esempio, non si può lavorare per più di 6 mesi per lo stesso datore di lavoro. Inoltre, in alcuni casi, per estenderne la durata, è necessario ricoprire delle mansioni specifiche, come ad esempio lavorare in farm o nel settore primario.

Dove si può fare il Working Holiday Visa

Grazie a degli accordi speciali tra l’Italia e vari Stati nel mondo, esistono diverse destinazioni dove poter fare il Working Holiday Visa (WHV). Qui elenchiamo quelle tra le più popolari e siamo sicuri che solo leggere il nome vi farà brillare gli occhi e inizierete a sognare ad occhi aperti un’avventura oltre oceano.

LEGGI ANCHE:
10 cose da fare GRATIS a Brisbane

working holiday visa australia viaggiare lavorare

Working Holiday Visa in Australia

Se volete fare un’esperianza in Australia proprio come quella che abbiamo fatto noi, vi consiglio di prendere in considerazione il Working Holiday Visa (Subclass 417). Se avete tra i 18 e i 30 anni (fino al giorno del vostro 31° compleanno) potete applicare per questo visto senza nessun tipo di requisiti specifici, se non quello di avere un passaporto valido per tutta la durata del soggiorno e non avere precedenti penali.

Potrete così lavorare, studiare e viaggiare in Australia per un anno intero in totale libertà, con delle piccole regole da seguire. Non potrete lavorare, infatti, per più di 6 mesi consecutivi per lo stesso datore di lavoro. Per quanto riguarda lo studio invece, potrete studiare per un massimo di 4 mesi durante il vostro soggiorno, quindi potrebbe anche essere un’ottima occasione per migliorare l’inglese.

Requisiti: dai 18 ai 30 compiuti.

Costo: 485 AUD

Scopri più informazioni nel sito ufficiale del governo australiano.

Se sei curioso di leggere altri articoli sulla nostra avventura, visita la sezione dedicata all’Australia.

working holiday canada viaggio lavoro

Working Holiday Visa in Canada

Amanti della montagna e dei paesaggi invernali? Allora non perdetevi l’occasione di passare 1 intero anno in Canada. Con il Working Holiday Visa in Canada potrete lavorare per 6 mesi e viaggiare in lungo e in largo per il paese per altri 6 mesi. Se deciderete poi di stare di più, potrete sempre pensare di applicare per un altro visto come quello Student, per studiare in un corso di lingua o all’università.

Requisiti: dai 18 ai 34 anni compiuti.

Costo: 150 CAD

Leggi più informazioni nel sito del governo canadese.

Working Holiday Visa in Nuova Zelanda

Se avete sognato di trasferirvi dall’altra parte del mondo e scoprire delle terre dalla natura incontaminata, una cultura genuina e riempirvi gli occhi di paesaggi mozzafiato, allora un Working Holiday Visa in Nuova Zelanda è la scelta giusta. Le linee guida sono davvero molto simili a quelle australiane: essendo molto vicini, questi due paesi sono come gemellati e spesso chi viaggia in uno, finisce poi per visitare anche l’altro Paese.

LEGGI ANCHE:
10 cose da fare GRATIS a Brisbane

Requisiti: dai 18 ai 30 anni compiuti.

Costo: 285 NZD

Info più approfondite nel sito del governo.

Working Holiday Visa in Corea del Sud

Voglia di un’esperienza in Asia? Colori, musica, attività pazzesche e cibi da far girare la testa vi aspettano con il Working Holiday in Corea del Sud. Come è noto, questo non è un Paese propriamente economico, ecco perchè l’idea di potersi permettere un viaggio del genere grazie a dei lavori saltuari fatti sul luogo non sembra affatto male. Se poi aggiungiamo che potrete conoscere persone da tutto il mondo, imparare una nuova lungua e divertirvi da matti, allora diventa un’occasione da prendere al volo.

Anche in questo caso, come in Australia, non potete lavorare per più di 6 mesi per la stessa azienda e non potete inoltre superare un totale di 1300 ore lavorative all’anno. Per gli italiani non c’è invece alcun limite per quanto riguarda la durata degli studi quindi potrete approfondire le tematiche che vorrete.

Requisiti: dai 18 ai 30 anni compiuti.

Maggiori informazioni nel sito ufficiale del governo della Corea del Sud.

Quanto costa un Working Holiday Visa?

La prima spesa fissa che dovrete prendere in considerazione sarà quella del visto, che ha un costo variabile in base alla destinazione che sceglierete. La seconda, obbligatoria in quasi tutti i casi, è l’assicurazione sanitaria: vi consigliamo infatti di affidarvi a delle compagnie che comprono la maggior parte degli incidenti e necessità sanitarie, in modo tale da poter dormire sogni tranquilli e potervi godere a pieno la vostra avventura.

Prima di partire inoltre dovrete aver messo da parte un buon budget che vi permetta di mantenervi qualche mese senza lavorare. Spesso questo è considerato un requisito da dover dimostrare nel momento in cui si invia l’applicazione per il visto quindi, prima di decidere di fare questa esperienza, cercate di risparmiare il più possibile e mettete tutto in un’unica carta di credito.

LEGGI ANCHE:
10 cose da fare GRATIS a Brisbane

Come fare domanda per un Working Holiday Visa?

Prima di applicare per un Working Holiday Visa (WHV), dovrete andare nel sito ufficiale del governo di riferimento e assicurarvi di avere tutti i requisiti necessari per poter partecipare al programma. In queste pagine, infatti, troverete delle informazioni chiare e complete di cos’è e cosa comporta entrare nel Paese con quel determinato visto e come poterlo ottenere.

Se avete intenzione di studiare la lingua o semplicemente avete bisogno di un supporto in italiano per essere sicuri di compilare tutto nel migliore dei modi, esitono delle agenzie a cui potranno supportare. Quelle più conosciute per gli italiani sono Go Study e Just Australia ma ne esistono tante altre.


Ti è piaciuto questo articolo? Pinnalo!

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Translate »